Stampa 3D: il MakerBot Digitizer arriva a Ottobre.

Lo scorso marzo MakerBot ci aveva dato un piccolo assaggio dell’ultima novità per la stampa 3D: lo scanner tridimensionale per gli oggetti. In quell’occasione si era visto un prototipo appena realizzato e non furono assolutamente rilasciati dettagli tecnici. Ora il MakerBot Digitizer è diventato una realtà con le consegne previste dalla metà del prossimo mese di ottobre.

Il MakerBot Digitizer consiste, essenzialmente, in una sorta di piattaforma girevole sulla quale si appoggia l’oggetto che si vuole scansionare. L’oggetto che vogliamo replicare con la stampa 3D deve essere incluso in un cubo ideale con lo spigolo di venti centimetri e non deve pesare più di tre chilogrammi. Quando la piattaforma ruota due laser e una videocamera scansionano tutti gli aspetti della sua superficie esterna.

Dopo pochi minuti e “un paio di click con il mouse” il file per la stampa 3D della replica, completo di tutti i dettagli e nel formato preferito, è pronto per l’uso su uno dei MakerBot Replicator o su un altro tipo di stampante tridimensionale che ci restituirà una copia esatta del nostro modello nei colori e nel materiale preferito.

Anche se MakerBot afferma che non c’è bisogno di particolari conoscenze tecniche e di grafica per la modellazione tridimensionale, bisogna considerare che questo è vero solo se si desidera la stampa 3D di una copia esatta dell’originale. Se, invece, vogliamo modificare in qualche modo la nostra replica, aggiungendo o togliendo particolari, bisogna avere delle discrete conoscenze in materia di modellazione tridimensionale e CAD.

Gli appassionati della stampa 3D e i makers che vogliono affrontare questo affascinante e promettente settore possono già fare un preordine del MakerBot Digitizer. Il prezzo attuale è di 1.400 dollari statunitensi cui, eventualmente si possono aggiungere altri 150 US$ per acquistare un pacchetto di supporto opzionale. Il tutto, ovviamente, online dal sito istituzionale dell’azienda.

markerbotdigitizer

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica