Pirate3D, una stampante 3D per il mercato di massa

Le stampanti 3D, una volta semplice curiosità per sviluppatori, si stanno ritagliando una nicchia sempre più ampia nel mercato grazie anche alla disponibilità di modelli sempre più economici. Sicuramente la MakiBox LT mantiene lo scettro di stampante 3D più economica ma il nuovo modello di Buccaneer, la Pirate3D, si presenta con un box elegante che può tranquillamente stare sula scrivania con qualità simile ma molto più semplice da collocare negli ambienti di lavoro al prezzo di soli 347 dollari.

L’azienda sta lavorando per portare la sua stampante Pirate3D verso il mercato di massa è ha già presentato un prototipo, che utilizza parti stampate in acciaio per mantenere bassi i costi di produzione. I progettisti hanno detto che per il design si sono ispirati ai principi estetici di Apple che spiegano la vaga rassomiglianza con un Mac Pro.

Tutti i componenti hardware della stampante sono, infatti, inseriti in un box di alluminio e pannelli di acrilico con un solo indicatore luminoso e senza nessun pulsante. Sulla scrivania occupa uno spazio di soli 25 x 25 centimetri e il suo volume di stampa è di 150 x 100 x 120 millimetri. Nessun cavo di collegamento al computer che la pilota giacché la Pirate3D si collega alla rete Wi-Fi. È perfino presente, sul lato posteriore, un filtro per eliminare gli odori prodotti dal processo di stampa.

Una delle caratteristiche più interessanti della Buccaneer è il caricamento dall’alto del filo per la stampa che rende semplice il caricamento e la rimozione del materiale. I rotoli di PLA potranno essere conservati dove si preferisce e, a mano a mano che è necessario, potranno caricarlo arrotolandolo in un contenitore dal quale, attraverso un foro centrale, arriva direttamente nella testina termica di stampa.

Dal punto di vista tecnologico la Buccaneer Pirate3D utilizza un processo standard di fusione del filamento che consente di stampare oggetti tridimensionali con una risoluzione in altezza di 100 micron ala velocità di 50 millimetri il secondo. Nella confezione è incluso anche il software Smart Objects per creare i propri oggetti anche se il file STL creati con altri programmi possono essere utilizzati per stampare in 3D.

pirate3d-buccaneer-3d-printer-3

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica