Philips Mini Original Radio

Chi, come me, ha superato la fatidica soglia del mezzo secolo non può non ricordare la “Philetta”, il mitico apparecchio radio Philips che negli anni cinquanta e sessanta era diventata la compagna fedele in tutte le case. Prima di partire con i ricordi, quanti ne avrei da raccontare, legati alle notizie, all’intrattenimento e alla musica della mia infanzia sarà il caso che ritorni ai giorni nostri per parlarvi della nuova Philips Mini Original Radio, un apparecchio moderno ma dalla linea vintage che non tramonta mai.

Oltre la linea, il punto forte della nuova Mini Original Radio è sicuramente la sezione audio digitale che pilota un sistema Bass Reflex monofonico in grado di fornire bassi corposi e potenti ma senza distorsioni. La sezione radio analogica copre le frequenze FM da 87,5 a 108 MHz e quelle in modulazione di ampiezza da 531 a 1.602 kHz, selezionabili grazie all’ampia manopola di sintonia.

Non manca l’ingresso per collegare, con la presa Audio In, i laptop, il desktop o qualsiasi dispositivo portatile in modo da ascoltare, in alternativa alla radio, la nostra raccolta musicale preferita utilizzando il sistema audio d’indiscussa qualità della Philips Mini Original Radio. Anche il prezzo, in fondo, è abbastanza abbordabile in quanto è di 80,99 euro.

Come dice il nome, la fonte d’ispirazione è la mitica Philetta BF 120 U del 1955, rivista completamente nell’elettronica e negli altoparlanti in modo da garantire, come la sua antenata, semplicità d’uso, audio eccezionale e ricezione perfetta.

Un pezzo di storia da ascoltare, magari di domenica pomeriggio sprofondati nella poltrona in salotto, sognando “Tutto il calcio minuto per minuto” (all’epoca non c’erano anticipi e posticipi) e attendendo la voce di Sandro Ciotti che interrompeva la radiocronaca con il suo indimenticabile “Scusa Ameri …”

OR2000M_12-_FP-global-001_lowres

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica