Internet of Everything: Philips per l’innovazione

Abbiamo fatto appena in tempo ad abituarci al concetto di “Internet delle Cose” prima che la rivoluzione di Internet of Everything (internet di tutte le cose) irrompesse prepotentemente nelle nostre vite proponendoci oggetti di uso quotidiano connessi alla rete, riconoscibili e che, in un certo senso, diventano sempre più intelligenti scambiandosi dati e informazioni che, infine, arrivano all’utente “umano” coinvolgendolo in ogni aspetto della routine di tutti i giorni.

Una vera e propria rivoluzione digitale destinata a esplodere nell’immediato futuro. Sono previsti circa venticinque miliardi di dispositivi collegati a Internet entro la fine del 2015, una cifra destinata a raddoppiare entro il 2020 (dati CISCO). Philips, da sempre attenta al miglioramento della qualità della vita delle persone attraverso l’innovazione, sta focalizzando la sua ricerca nel mondo di Internet of Everything pensando alla nuova era dell’illuminazione intelligente nelle nostre case, nelle aziende e nelle città.

Fino a ieri tutto quello che potevamo fare per comandare una lampadina era di muovere l’interruttore su spento o acceso, al massimo con la variante di regolarne, grossolanamente, la luminosità. Oggi, integrando anche l’illuminazione nell’universo Internet of Everything, possiamo avere a disposizione sistemi d’illuminazione collegati wireless e in grado di dialogare con gli utenti per offrire loro soluzioni personalizzate in grado di adattarsi all’ambiente e alle situazioni come fa HUE di Philips, controllabile dallo smartphone o dal tablet e in grado di creare e gestire giochi di luce personalizzati per tutti gli ambienti domestici.

HUE rappresenta solo la punta dell’iceberg delle infinite possibilità offerte dalla combinazione di LED e digitalizzazione che presto ci consentirà di regolare non solo la luce ma anche laaria condizionata e il riscaldamento di un ambiente pubblico o di un ufficio in base al numero di persone presenti, con potenziali enormi risparmi di energia, tempo e risorse. Nelle Smart City del futuro Internet of Everything sarà possibile adattare automaticamente l’illuminazione cittadina alla stagione, all’orario, agli eventi in programma e regolandola in base al traffico pedonale e veicolare e alle condizioni meteo.

Una delle ultime novità presentata da Philips nel settore dell’illuminazione dei locali pubblici integrata in Internet of Everything consentirà agli utenti di ottenere ricerca personalizzata degli articoli che vogliamo acquistare in un supermercato mostrando una mappa sul tablet o sullo smartphone e, una volta raggiunta la corsia, facendo lampeggiare un led in corrispondenza del prodotto.

Philips-connected-retail-lighting-system_Sample-app_Navigation

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica