I mondiali di calcio e la tecnologia.

Lo confesso. Sono uno dei pochi italiani che non solo non tifa per nessuna squadra di calcio ma che, per giunta, non ne capisce nulla. Solo in occasione dei mondiali di calcio tento, maldestramente, di informarmi almeno sui risultati della nostra nazionale per poter almeno reggere il confronto nelle normali “chiacchiere da bar”. Da curioso di tecnologia, fortunatamente, quest’anno potrò avere la mia rivincita parlando con dovizia di particolari delle nuove tecnologie che sono state “messe in campo” in Brasile.

Oltre agli spray per marcare la linea della barriera che elimineranno le contestazioni quando si battono le punizioni dirette (si chiamano così vero?) e al sistema di calcolo dei minuti di recupero basato sul numero di cambi (salvo interventi della barella in campo), i mondiali di calcio di quest’anno vedranno scendere in campo la GLT (Goal Line Technolgy) che metterà fine alle discussioni in campo e fuori sulla validità di alcuni goal.

La tecnologia, messa a punto da un’azienda tedesca, nazione che con i goal fantasmi ha avuto a che fare durante precedenti edizioni dei mondiali di calcio, si basa su quattordici telecamere ad alta velocità (500 fotogrammi il secondo) che inquadreranno da diverse prospettive lo specchio di porta stabilendo, con una precisione che la FIFA afferma essere del 100% se il pallone ha superato o no la linea di porta. La conferma arriverà, quasi istantaneamente, all’arbitro e ai suoi assistenti che sentiranno vibrare l’orologio sul quale apparirà la scritta “GOAL”.

Diciamo subito che un impianto del genere ha un costo abbastanza sensibile, fra i 150.000 e i 250.000 dollari per stadio, e che durante i mondiali di calcio del Brasile sarà presente, pare, solo al Maracanà. Come tutte le cose che riguardano il calcio ha comunque immediatamente generato le due opposte fazioni dei favorevoli e dei contrari.

Da un lato i favorevoli alla nuova tecnologia che vorrebbero vederla in campo non solo durante i mondiali di calcio ma anche nelle partite dei campionati nazionali, contrapposti a quelli che ritengono che arbitro, guardalinee e giudici di linea sono più che sufficienti per giudicare con precisione tutte le azioni che si svolgono in area e nelle sue immediate adiacenze che in tantissimi casi non sarebbero coperte dal GLT.

Maracana_Stadium_June_2013

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica