I-Colt, un software per l’irrigazione intelligente.

Durante l’estate, quasi ogni anno, si ripropone il problema delle risorse idriche destinate all’irrigazione delle coltivazioni. Per evitare danni economici al settore agricolo che potrebbero avere gravissime ripercussioni su tutta la società, infatti, bisogna evitare di sprecare la preziosa acqua destinata all’agricoltura prevedendo i fabbisogni e pianificandone l’uso. A questo scopo e grazie al cofinanziamento della Regione e di Arpa Emilia-Romagna è nato I-Colt, un servizio di supporto alle aziende agricole e ai consorzi di bonifica, in grado di fornire previsioni attendibili sui fabbisogni e sulle disponibilità di acqua per l’irrigazione nel periodo estivo.

L’esordio di I-Colt parte sotto i migliori auspici. Le previsioni del servizio parlano di un’estate con temperature nella norma, se non inferiori, e con precipitazioni allineate alla media stagionale. In poche parole, almeno in Emilia-Romagna, non si dovrebbero verificare periodi critici e il fabbisogno di acqua da destinare all’agricoltura si manterrà nelle medie storiche.

Le finalità del progetto I-Colt sono riassunte nella dichiarazione dell’assessore all’Agricoltura Tiberio Rabboni riportate da Ansa.it: “Questo strumento rappresenta una novità assoluta e consente di individuare preventivamente e tempestivamente gli interventi più opportuni per minimizzare eventuali criticità stagionali, favorendo anche l’uso responsabile, controllato e razionale della risorsa acqua”.

I-Colt individua e quantifica le colture valutandone i consumi di acqua previsti basandosi su modelli di simulazione e un’attività di telerilevamento. Il software, messo a punto dal Servizio Idro-Meteo-Clima di Arpa Emilia-Romagna analizza i dati rilevati dai piani colturali regionali sia delle coltivazioni estive, tipicamente irrigue, sia di quelle autunnali e invernali e li confronta con quelli relativi alle riserve di acqua presenti nel terreno e le previsioni meteorologiche a lungo termine. La copertura territoriale, oltre 802.000 ettari, riguarda, in sostanza, tutte le zone agricole di pianura della regione.

Grazie a I-Colt gli enti preposti avranno a disposizione un protocollo per il monitoraggio delle superfici della regione destinate all’agricoltura con particolare riferimento alla gestione dell’acqua destinata all’irrigazione. I dati, come avvenuto quest’anno, saranno disponibili entro la fine di giugno consentendo di monitorare i consumi idrici durante la stagione estiva, quando il fabbisogno è maggiore.

Wasser_Reisfeld_Indien

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica