Fai da Te: come pulire gli schermi

Per chi come me ha un paio di portatili, un paio di monitor per PC e qualche televisore in giro per casa il problema delle pulizie diventa abbastanza dispendioso, considerando che i prodotti specifici hanno un costo abbastanza sensibile e dovrei tenerne in giro quattro o cinque bombolette. Fortunatamente il “fai da te” può essere d’aiuto e con una spesa minima si possono preparare un numero infinito di bottigliette spray di tutti i formati da portare sempre con sé.

La prima cosa da fare è andare in farmacia per acquistare una bottiglia di alcol isopropilico (isopropanolo) in soluzione al 70% e una bottiglia di acqua distillata (magari dello stesso volume). L’alcol isopropilico, a dispetto del nome, non è altro che il comune alcool bianco, dal caratteristico odore, che ha sostituito il vecchio alcool rosa per disinfettare le mani e per fare le punture. L’acqua distillata è fondamentale perché è l’unica che garantisce di non lasciare tracce di minerali o aloni sullo schermo.

Fino ad ora la spesa per la pulizia “fai da te” dei monitor non dovrebbe superare i 15 euro per avere un paio di litri di prodotto. Ora bisogna trovare delle bottigliette con spruzzatore spray. Di solito si trovano nei supermercati, ottimi gli spruzzini che si usano al mare, ma io, francamente preferisco “rapinare” quelle vuote (o quasi) dei profumi delle donne di casa. Servono anche uno o più panni in microfibra che puliscono perfettamente senza lasciare peli e il gioco è fatto.

Basterà miscelare i due prodotti in rapporto uno a uno (usate magari una siringa monouso) e riempire i vari spruzzatori che vi siete procurati. Con l’immancabile marker indelebile per scrivere sui CD indichiamo cosa contiene la bottiglietta: “Soluzione schermi” (sarebbe carino fare un’etichetta). Se non trovate l’alcol bianco, potete provare a sostituirlo con il comune aceto, tenendo presente che il vostro monitor non sarà esattamente profumato e che, impiegherà più tempo per asciugarsi.

Naturalmente prima di usare la nostra soluzione autoprodotta guardiamo il manuale d’istruzioni poiché alcuni produttori vietano esplicitamente l’uso di prodotti a base di alcool per la pulizia degli schermi.

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica