D-Link sostiene WaterAid per proteggere la vita.

Il mondo della tecnologia, fatto di aziende che riteniamo fredde e ciniche, votate al successo economico e ai profitti, ci riserva delle piacevoli sorprese. In queste ore D-Link ha annunciato che ogni EyeOn Baby Monitor venduto in Europa contribuirà fattivamente, sostenendo le iniziative di WaterAid, a migliorare la vita nei paesi in via di sviluppo garantendo l’accesso all’acqua potabile e a infrastrutture sanitarie.

L’iniziativa di D-Link muove dalla considerazione nel mondo circa 748 milioni di persone (un decimo del totale) non possono accedere a fonti d’acqua potabile sicure e che circa due miliardi e mezzo di abitanti del pianeta (i due quinti) non hanno strutture igieniche moderne. La drammatica conseguenza di questi dati è che, a causa delle pessime condizioni igieniche e sanitarie, ogni cinque minuti muore un bambino di età inferiore ai cinque anni.

Per aiutare WaterAid, l’associazione attiva in ventisei Paesi tra i più poveri al mondo per migliorare le vite degli abitanti garantendo accesso ad acqua potabile e aiutandoli a rendere più moderne le condizioni igieniche, D-Link donerà una parte dei ricavi della vendita dei prodotti EyeOn Baby Monitor. Investire in acqua potabile e servizi igienici nei paesi emergenti non vuol dire solo salvare la vita dei bambini ma anche accelerarne lo sviluppo e l’economia. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha dimostrato, infatti, che per ogni euro investito nell’accesso all’acqua potabile e a servizi igienici adeguati, genera un ritorno medio in termini di aumento della produttività pari a quattro volte il capitale iniziale.

“Siamo entusiasti per questa nuova partnership annuale con D-Link” ha dichiarato Barbara Frost, Chief Executive di WaterAid, e ha proseguito “Siamo certi che riusciremo a far conoscere il nostro impegno e a raccogliere i fondi necessari a finanziare i progetti WaterAid.” La Frost conclude ricordando che “Nei Paesi più poveri, avere accesso ad acqua sicura e potabile e a moderne infrastrutture sanitarie può rappresentare la differenza tra la vita e la morte, soprattutto per le neomamme e i loro figli. Creare una condizione di accesso durevole a una fonte d’acqua potabile e costruire strutture sanitarie moderne costa meno di 20€, ecco perché il supporto di D-Link ci aiuterà a salvare migliaia di vite”.

Dal suo canto Stefano Nordio Vice President D-Link Europe, ha dichiarato che “Ogni genitore vuole proteggere e nutrire i propri figli. La gamma EyeOn™ Baby Monitor, grazie al sistema di controllo automatico con notifiche push via smartphone, fornisce ai genitori la giusta sicurezza e tranquillità.” D-Link ha posto l’accento sul fatto che “Essere genitore nei Paesi in via di sviluppo, può voler dire non riuscire a rispondere ai bisogni primari dei propri figli, come l’accesso all’acqua potabile e ai servizi igienici moderni. D-Link vuole cambiare questa situazione, aiutando i genitori di tutto il mondo. Ecco perché abbiamo iniziato questa collaborazione con WaterAid”.

DCS_825L_Landing_Alex_2

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica