Video Sorveglianza con Linux



Ieri sera, intrattenendomi con alcuni amici del gruppo “Uielinux”, ho assistito all’installazione su un notebook di una partizione dedicata a windows per la creazione di un sistema di video sorveglianza. Francamente la mia memoria mi diceva che esisteva qualcosa in ambiente linux, ma non ricordando bene il nome del prodotto ho preferito tacere.
Ovviamente oggi ho cercato nel mio archivio e, finalmente, l’ho trovato. Si tratta di Motion, un semplice software per la cattura d’immagini dai una webcam quando è rilevato un movimento. Questo particolare fa si che il software anziché registrare ore e ore di filmato con le immagini in sostanza sempre uguali, avvii la cattura solo quando è rilevato un movimento nella zona interessata, salvando sul disco sia la registrazione sia le istantanee dei singoli frame. Il download e l’installazione sono molto semplici e la configurazione è intuitiva e, grazie a un wiki ben strutturato sul sito del produttore, può essere portata a termine in pochi minuti. Tutte le opzioni di configurazione sono descritte nel file di configurazione, dalla modalità di esecuzione del software alla sensibilità al movimento ma, soprattutto, cosa deve fare il programma nel caso in cui una delle telecamere collegate al sistema rilevi un oggetto o una persona che si sposta sula scena. L’azione più classica è l’invio di una mail, che con i moderni smartphone può essere ricevuta anche sul cellulare ma che può essere sostituita, magari con altri software open source, dall’invio di un SMS. Nel programma è inclusa una funzione di live view, con la quale è possibile collegarsi direttamente alla macchina che svolge la video sorveglianza per vedere in tempo reale cosa accade. Con Motion è veramente possibile creare, al solo costo dell’hardware, un completo sistema di videosorveglianza. Questo è solo un esempio di cosa si può fare con Linux. Basta saper cercare nel bosco infinito dell’open source.